(AdnKronos) – Alle 5 del mattino le tre indagate erano già insieme ai poliziotti che le hanno condotte presso gli uffici della Squadra Mobile dove la Polizia Scientifica ha effettuato il fotosegnalamento. Dopo le notifiche dei provvedimenti a loro carico, due delle indagate sono state sottoposte agli arresti domiciliari e la terza (a suo carico sono stati documentati meno episodi) è stata sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in Questura, adesso tutte le mattine dovrà andare a firmare.
‘La Polizia di Stato assicura alla giustizia tre donne per un gravissimo fatto reato ai danni di anziani indifesi, questo grazie alla partecipazione di cittadini dal grande senso civico che hanno segnalato tempestivamente ciò che accadeva all’interno della casa di riposo. Ancora una volta la sicurezza partecipata fornisce fondamentali elementi per poter individuare i responsabili di ignobili reati”, dice il dirigente della Squadra mobile, il vicequestore aggiunto della Polizia di Stato, Antonino Ciavola.