Palermo, 23 lug. (AdnKronos) – No alla costruzione del ponte sullo Stretto. La Sicilia si è svegliata così questa mattina, con una serie di striscioni che, dal nord al sud dell’isola, ribadiscono il no al ponte sullo Stretto di Messina. Un’iniziativa realizzata dalle realtà locali aderenti alla rete regionale ‘No Ponte’ e volta a mantenere alta l’attenzione sulla questione e ad esprimere “un secco no alla progettazione e realizzazione di grandi opere inutili e spreco di fondi utilizzabili in maniera più proficua per il bene delle comunità”.
‘I soldi del ponte per infrastrutture e emergenze sociali’ è la frase che campeggia sui manifesti esposti: a Palermo e a Catania alla stazione centrale; nei pressi del viadotto Himera crollato nel 2015; a Messina presso l’occupazione abitativa ‘Ex Foscolo’; a Lentini, in provincia di Siracusa, presso la tanto discussa discarica di Armicci; a Caltagirone sulla facciata del teatro Semini ristrutturato, abbandonato e mai assegnato. Un’iniziativa alla quale seguirà domani, mercoledì 24 luglio, la conferenza stampa (ore 10.30, Palazzo Zanca a Messina) di presentazione della manifestazione regionale del 26 luglio che partirà alle 18 da località Torre Faro (Messina).