Alessandro Torrini

Nazionale femminile di pallavolo: la Turchia supera 3-1 le azzurre

Nel secondo test match di Alassio le azzurre di Davide Mazzanti hanno ceduto 1-3 (25-23, 20-25, 20-25, 18-25) alla Turchia. Di fronte a un PalaRavizza stracolmo (2500 spettatori) Chirichella e compagne non sono riuscite a ripetere la buona prova di ieri, mentre la Turchia è cresciuta.

Nel primo set l’Italia si è espressa in maniera convincente, mentre nel secondo e terzo è calata. L’attacco azzurro è incappato in diversi passaggi a vuoto, complice l’eccellente fase difensiva delle turche. Nella quarta frazione le ragazze di Mazzanti hanno cercato in tutti i modi di tenere viva la partita, ma le ospiti si sono imposte 3-1.
Questa sera la migliore marcatrice azzurra è stata Paola Egonu con 27 punti, seguita da Miriam Sylla 11 p. Per la Turchia da segnalare la prestazione di Karakurt 20 punti ed Erdem 16 p. Domani è in programma l’ultima amichevole ad Alassio, Italia e Turchia scenderanno in campo al PalaRavizza alle ore 16.

CRONACA – In avvio di gara Miriam Sylla è stata subito protagonista in attacco (11-9). L’Italia, con Egonu in evidenza, si è mantenuta al comando per lunghe fasi, senza però riuscire a incrementare il vantaggio sulle avversarie (17-16). Dopo il lungo inseguimento la squadra di Guidetti ha superato le azzurre (22-23), ma a ribaltare le cose c’ha pensato Sylla: grande difesa e ace finale (25-23).
Nella seconda frazione le vice campionesse mondiali hanno fatto più fatica, mentre le turche hanno sfruttato bene il servizio (9-14). L’attacco italiano è andato fuori giri e così le avversarie hanno tenuto in mano il pallino del gioco (13-18). Le azzurre, in campo Fahr per Chirichella, sono riuscite a scuotersi e con dei buoni turni in battuta hanno accorciato le distanze (17-20). Il muro tricolore ha controllato bene Karakurt e le ragazze di Mazzanti si sono rifatte sotto (19-20). Nel momento chiave l’Italia non ce l’ha fatta a portare a termine la rimonta e il nuovo allungo turco si è dimostrato decisivo (20-25).
Nel terzo parziale il copione si è ripetuto, l’Italia non è stata incisiva in attacco, soffrendo la difesa turca (7-11). In un primo momento le azzurre, dentro Pietrini per Bosetti, hanno reagito e il set è tornato in parità (13-13). L’equilibrio è stato rotto ancora dalle ospiti, capaci di guadagnare un buon margine sulle ragazze di Mazzanti (17-22). L’ingresso di Orro ha coinciso con un riavvicinamento della formazione tricolore (20-22), che però si è dovuta arrendere (20-25).
La quarta frazione ha visto in campo un’Italia più combattiva, Paola Egonu si è caricate sulle spalle il peso dell’attacco e ha permesse alle azzurre di restare a contatto sino al (14-14). La difesa turca di è dimostrata ancora una volta un fattore e le ragazze di Mazzanti sono state costrette a cedere (18-25).

DAVIDE MAZZANTI: “Questa sera abbiamo sofferto tantissimo nella sfida battuta-ricezione. La Turchia con il servizio ci ha messo molta pressione e non siamo riusciti a sfruttare nella giusta maniera i centrali, come invece avevamo fatto ieri. Volevamo provare alcune cose, invece non ce l’abbiamo fatta. Anche nel fondamentale muro-difesa abbiamo fatto fatica e perdendo ritmo nel cambio palla, poi abbiamo sofferto anche nella fase break. Questa settimana che precede la qualificazione olimpica ci servirà a curare i dettagli, dobbiamo avere più pazienza nei momenti in cui le cose non ci riescono come vogliamo. Dovremo crescere in questo aspetto”.

ANNA DANESI: “La Turchia ha giocato veramente bene, il nostro demerito è stato quello di non essere riuscite a metterla in difficoltà con la battuta. Potendo giocare palla in mano, ci hanno messo sotto pressione e la nostra fase muro-difesa non è stata efficace come ieri. Domani ci aspetta un’altra partita, l’ultima prima del torneo di qualificazione olimpica di Catania. Sarà un ulteriore allenamento per cercare di trovare la migliore condizione”.

Tabellino: Italia – Turchia 1-3 (25-23, 20-25, 20-25, 18-25)

ITALIA: Sylla 11, Chirichella 2, Malinov 5, L. Bosetti 2, Danesi 5, Egonu 27. Libero: De Gennaro. Sorokaite 1, Fahr 4, Parrocchiale, Pietrini 1, Orro 1. N.e: Nwakalor, Folie. All. Mazzanti
TURCHIA: Ismailoglu 8, Zehra 13, Karakurt 20, Baladin 10, Erdem 16, Ozbay 2. Libero: Akoz. Ercan 2, Dilik, Yilmaz. N.e: Akman, Boz, Kalac, Sarioglu, Yildirim. All. Guidetti
Arbitri: Sobrero e Cavicchi.
Spettatori: 2500. Durata Set: 28′, 28′, 29′, 26.
Italia: 7 a, 8 bs, 8 m, 32 et.
Turchia: 7 a, 14 bs, 5 m, 29 et.