Palermo, 30 lug. (AdnKronos) – Una base operativa dello spaccio è stata scoperta dalla polizia in un appartamento nel quartiere Sperone, a Palermo. Con l’accusa di detenzione e produzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sono stati arrestati Maria Gaetana Lo Nardo, 36 anni, Vincenzo Marino, 23 anni, Gaetano Ingrassia, 29 anni, e Emanuela Testa, 40 anni.
Ad attirare l’attenzione degli agenti è stato il forte odore di droga proveniente da un palazzo in passaggio Giuffrida, unito al comportamento di una donna, Emanuela Testa, che alla vista dei poliziotti ha tentato di disfarsi di alcuni involucri contenenti 38 dosi di crack già tagliate e confezionate. L’irruzione nell’appartamento, grazie anche all’azione del cane antidroga Asko, ha portato alla scoperta di numerose dosi di stupefacenti nascoste in ogni ambiente della casa: tra gli utensili della cucina e in un mobile del soggiorno ma anche in un’intercapedine del bagno. Sono stati sequestrati 400 grammi di marijuana e 1,7 chilogrammi di hashish.