Verona, 30 lug. (AdnKronos) – Un anno di forte crescita caratterizzato da un’accelerazione dei ricavi, dalla conferma della redditività e dal continuo calo della posizione finanziaria netta: il 2018 per AGSM Verona Spa si è chiuso all’insegna di questi tre principali indicatori che hanno portato ad un utile al netto delle imposte di 17.5 milioni euro.
Queste le principali cifre del progetto di bilancio e il Consolidato di Gruppo approvate dal CdA di AGSM Verona Spa: Il valore della produzione si attesta al 31 dicembre scorso a 876,53 milioni euro con una crescita del 22,4% sull’analogo dato del 2017 che si era chiuso a 716,1 milioni euro. Il MOL (margine operativo lordo) si conferma pressoché stabile, 87 milioni euro contro i 91 dell’esercizio precedente; è migliorata la redditività dell’attività commerciale e di distribuzione di energia elettrica e gas mentre sono aumentati nel contempo i costi di smaltimento dei rifiuti urbani; in calo anche la marginalità registrata dagli impianti produttivi (impianto termoelettrico CTE del Mincio e Centrali di Cogenerazione) rispetto all’esercizio 2017, anno contrassegnato da condizioni di mercato straordinarie, particolarmente favorevoli, che non potevano essere replicate.