lin jarvis
Alessandro La Rocca/LaPresse

Il managing director della Yamaha ha paragonato la propria linea di sviluppo con quella della Honda, mettendo in guardia l’HRC

Strade differenti, così come i risultati. Yamaha e Honda seguono percorsi di sviluppo differenziati, con il team HRC che si concentra solo su Marquez cercando di metterlo nelle condizioni migliori per vincere e la Casa di Iwata che prova ad accontentare sia Rossi che Viñales.

marc marquez
AFP/LaPresse

Scelte che secondo Lin Jarvis a lungo andare premieranno la Yamaha, come confermato ai microfoni di Motorsport.com: “credo che Yamaha sia in grado di fare una moto su misura di ogni pilota. Quello che accade in Honda risponde alle peculiarità dei propri ingegneri. In generale, Yamaha si adatta meglio di Honda alle necessità dei propri piloti. Siamo più umani. A volte è giusto seguire una linea più dura, ma altre volte è meglio avere una moto che si adatti ad un maggior numero di piloti. Credo che sia meglio disporre di una moto più facile da guidare per molti. Il binomio Honda e Marquez è molto potente, ma se Marc si fa male o decide di andare via, Honda avrà molti problemi. Tutto dipende dalla prospettiva da cui si analizzano le cose e capire cosa convenga fare. Jorge e Cal provano a mettere in risalto il problema che ha Honda, ma la squadra dall’altra parte ha Marquez, che vince e ha un livello di competitività molto alto. Noi non abbiamo nessun problema a seguire due direzioni differenti, lo abbiamo già fatto in passato con Valentino e Lorenzo e abbiamo vinto molti titoli con entrambi“.