Costanza Benvenuti - LaPresse

Andrea Dovizioso ha le idee chiare in merito al suo futuro: il pilota Ducati ha già in mente in che modo concludere la sua esperienza in MotoGp e il suo percorso in Ducati

Dopo 7 stagioni passate in Ducati, con la carta d’identità che segna il numero 33 alla voce “età”, Andrea Dovizioso si interroga in merito al suo futuro. Intervistato da Motorsport, il pilota italiano ha spiegato di aspettare il 2020 per prendere una decisione riguardante il finale della sua carriera e l’eventuale conferma, cambio di scuderia o ritiro: “sono molto tranquillo da questo punto di vista. Molti pensano che nel 2020, alla scadenza di questo contratto con Ducati, mi ritirerò. Ma adesso non ci penso, dipenderà dai risultati e dal progetto, perché io partecipo solo in progetti che hanno senso. Nel 2020 si aprirà il mercato e vedremo cosa succederà. Altra scuderia dopo la Ducati? Non sono uno di quei piloti che dicono una cosa e poi ne fanno un’altra. Al momento credo di no, ma questo non vuol dire che sia impossibile. Dopo il ritiro? Ho già in mente quello che farò. Non ne sto parlando perché ora non è il momento. Mi piacerebbe portare avanti il progetto che ho in mente, ma bisognerà vedere se sarà possibile. Ora però sono concentrato sulla mia carriera anche se mi sto già muovendo per vedere se sarà una cosa fattibile “.

Leggi anche >>> Dovizioso non ha dubbi: “Jorge Lorenzo in Honda? Una cosa da pazzi, la scelta peggiore. Vi spiego perchè”

Leggi anche >>> Dovizioso si prende i meriti: “ho aiutato Petrucci a migliorare per la Ducati. Il suo rinnovo? Dipeso anche da me”