Marco Alpozzi /LaPresse

Un 37enne giapponese è stato colto in flagrante mentre filmava le atlete della pallanuoto negli spogliatoi: nello smartphone dell’uomo trovati 10 minuti di video delle giocatrici

Un giapponese di 37 anni è stato arrestato dalla Polizia di Gwangju con l’accusa di aver filmato le giocatrici di pallanuoto mentre si cambiavano negli spogliatoi. È successo al Nambi Acquatics Center di Gwangju, sede dei Mondiali di Nuoto 2019. Un turista, accortosi della situazione, ha chiamato la polizia che ha prontamente fermato l’uomo: nel suo smartphone sono stati trovati 10 minuti di video che ritraevano primi piani delle parti intime delle giocatrici, intente a cambiarsi il costume. Secondo la legge coreano tale reato comporta una pena fino a 5 anni di carcere o 25.440 dollari di multa.