Milano, 26 lug. (AdnKronos) – Breve visita del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, al cantiere del Cpr di via Corelli a Milano, ovvero il Centro di permanenza per il rimpatrio che servirà ad espellere migranti.
“I lavori procedono spediti perché per fare espulsioni occorrono centri di espulsione. Qui – dice il vicepremier – si fanno lavori che non si facevano da dieci anni, entro l’autunno viene pronta una struttura che ospiterà 140 immigrati pronti per essere espulsi”, aggiorna. “Ringrazio i militari che stanno lavorando giorno e notte”.
Al Cpr di Milano, che è un ex Cie (centro identificazione ed espulsione), “si aggiungeranno altre strutture in altre regioni italiani e con questo potremmo espellere più persone perché avremo più posti, la cosa era ferma da anni”.