Palermo, 30 lug. (AdnKronos) – “Ci sono organizzazioni tunisine che usano dei grossi pescherecci che fanno da ‘nave madre’ e che conducono le piccole imbarcazioni fino vicino alle coste italiane”. Lo ha detto il Procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, come apprende l’Adnkronos, durante l’audizione davanti alla Commissione regionale antimafia all’Ars, dove è stato sentito sulle minacce di morte ricevute di recente sulle indagini sugli sbarchi a Lampedusa. Patronaggio ha poi fatto riferimento agli sbarchi ‘fantasma’ sulle coste agrigentine, dove i migranti dopo il loro arrivo spesso fanno perdere le loro tracce. L’audizione si è svolta a porte chiuse.