Napoli, 19 lug. – (AdnKronos) – ‘Digita è un esperimento che ormai è diventato una realtà molto importante, una grande innovazione didattica che consente di fare formazione di qualità, dare opportunità di lavoro qualificato e dare anche una risposta alle aziende che cercano nuove professionalità nel campo della trasformazione digitale. Un risultato molto importante”. E’ quanto ha sottolineato Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II di Napoli, a margine dell’ultima giornata del secondo anno accademico della Digita, Digital Transformation & Industry Innovation Academy, un esempio virtuoso di collaborazione e sinergia tra università e aziende, sul territorio napoletano e campano.
‘La sinergia tra università e aziende è fondamentale. Da un lato ‘ ha continuato Manfredi ‘ abbiamo bisogno di un rapporto stretto con le aziende per comprendere quelli che sono i nuovi bisogni e i nuovi lavori. Dall’altro lato le aziende possono competere partendo proprio dall’innovazione tecnologica, per questo hanno sempre più bisogno di competenze qualificate”.
‘L’università ‘ ha aggiunto il rettore della Federico II ‘ è un grande strumento di trasformazione sociale e territoriale. Abbiamo il sogno che San Giovanni diventi un grande distretto tecnologico e digitale. L’università sta aiutando a trasformare questo quartiere dando una nuova opportunità e facendo vedere come le periferie di Napoli possono cambiare partendo dalle competenze e dai giovani”, ha concluso Manfredi.