Paleremo, 31 lug. (AdnKronos) – “L’odierna inchiesta della Dda di Palermo che scoperchia l’ennesimo sistema di connivenze tra politica, massoneria e pubblici uffici, pone ancora una volta l’accento sulla necessità che l’obbligo di dichiarazione all’appartenenza a logge massoniche, già in atto per i parlamentari, vada esteso anche ai funzionari della Regione”. A dichiararlo sono i deputati regionali del M5S all’Ars Antonio De Luca e Roberta Schillaci, componenti della commissione regionale Antimafia.