(AdnKronos) – Il contratto, che da oltre 41.5 milioni di euro arriva così ad avere un valore complessivo di oltre 55.5 milioni di euro, è il risultato dell’aggiudicazione di una gara internazionale indetta dal Ministero delle Politiche Marittime dello stato ellenico sostenuto (per il 90%) dal Fondo Sicurezza Interna (ISF) 2014-2020 dell’Unione Europea. Le quattro imbarcazioni saranno assegnate, tra l’altro, alle missioni Frontex al di fuori delle acque greche, utilizzate per sorvegliare le frontiere marittime esterne dell’UE e per condurre ricerche e soccorsi limitati (SAR) nell’ambito di Frontex.
Il FPV che andrà a integrare le unità precedentemente commissionate sarà lungo 36 metri, largo 7 metri e avrà un dislocamento a pieno carico di 156 tonnellate. La consegna dell’unità è prevista per i primi mesi nel 2022 a 28 mesi dalla firma del contratto principale. L’imbarcazione viaggerà a una velocità massima di 37 nodi grazie alla propulsione dei due water-jets Rolls Royce Ka.Me.Wa. tipo S71-4, e potrà ospitare un equipaggio di 16 persone. Tra le dotazioni più importanti saranno installate due stazioni di comando remoto degli armamenti e due sistemi avanzati di sorveglianza e navigazione. L’imbarcazione sarà progettata e costruita secondo le regole del Rina (Registro delle navi italiano, membro dello Iacs) e riceverà la massima notazione della classe.
“Si tratta di un nuovo e importante risultato e un nuovo traguardo nel nostro percorso di crescita – commenta Luigi Duò, presidente del Cantiere Navale Vittoria ‘ il committente ha riconosciuto il nostro know how, la qualità delle nostre progettazioni, la nostra leadership nel settore e ha rinnovato la sua fiducia nei nostri confronti. Le tre Fast Patrol Vessel, attualmente in produzione, insieme alla quarta e ultima unità ordinata – conclude il Presidente Duò- andranno a potenziare l’attuale flotta greca e assicureranno un significativo salto di qualità per le capacità di sorveglianza, controllo e intervento nelle acque nazionali ed internazionali”.