Roma, 15 lug. (AdnKronos) (di Mara Montanari) – L’appuntamento è il seguito della telefonata di ieri nella quale Nicola Zingaretti ha sollecitato i presidenti di Camera e Senato “a un incontro urgente per garantire che nelle sedi parlamentari ci sia immediatamente la possibilità di ascoltare il Governo su quanto sta accadendo” sul Russiagate. Dal presidente Roberto Fico al Nazareno attendono una risposta, mentre con la presidente Elisabetta Casellati l’incontro è già stato fissato per domani attorno alle 19.
Quello che il segretario dem andrà a dire alla presidente del Senato, spiegano fonti Pd, è la necessità che il premier Giuseppe Conte riferisca in aula. Non sulla vicenda dei presunti fondi russi alla Lega. Ma sulla tradizionale collocazione internazionale dell’Italia che, da quanto emerge dall’inchiesta Russiagate, potrebbe essere compromessa. “Oltre che con l’Europa vogliamo rompere con la Nato?”, è la domanda del Pd al presidente Conte.
Una richiesta del genere, ovviamente, deve passare da un voto in capigruppo e senza l’ok dei 5 Stelle non ha possibilità di essere approvata. “Noi facciamo l’opposizione e come opposizione ci muoviamo. Poi in capigruppo ognuno si assumerà le proprie responsabilità”, dicono dal Nazareno. Intanto i dem continuano a insistere nella richiesta che anche Matteo Salvini si presenti a chiarire in Parlamento.