(AdnKronos) – Con Zingaretti, domani dalla Casellati ci sarà anche il capogruppo dem al Senato, Andrea Marcucci. “I dem anche oggi -ricordano fonti parlamentari Pd- hanno chiesto con insistenza la presenza in aula del ministro Salvini sul caso dei fondi in Russia. Inoltre a Palazzo Madama, persiste il problema di tre interrogazioni sulla Lega, bloccate dalla presidente del Senato”. Anche questo sarà un punto da chiarire viste anche le tensioni dei giorni scorsi sul punto nell’aula di palazzo Madama tra il Pd e la presidente Casellati.
Dalla Camera, oggi, è stata rilanciata analoga richiesta. Lo ha datto Enrico Borghi intervenendo in aula: “Già la scorsa settimana avevamo invitato il ministro dell’Interno a venire in Aula. Nel momento in cui un ministro della Repubblica è chiamato ad intervenire in Aula non rientra nella sua discrezionalità decidere o meno di riferire, ma nei suoi obblighi e prerogative. Chiediamo formalmente la convocazione immediata della conferenza dei capigruppo affinchè il governo ci fornisca la data nella quale intenda riferire in aula sulla vicenda russa e venga calendarizzata così la nostra richiesta”.
I dem non intendono mollare sulla faccenda e oggi Zingaretti lo ha sottolineato: “Salvini ha convocato i sindacati con Siri solo per far dimenticare l’affare Russia. Ma noi non ci caschiamo. Continuiamo a chiedere verità e chiarezza in Parlamento. Da Salvini e Di Maio spettacolo indecoroso”.