Roma, 15 lug. (AdnKronos) – ‘Il ministro dell’Interno venga a riferire nell’aula della Camera dei Deputati su una vicenda che, indubbiamente è al centro del dibattito pubblico del Paese in questo momento. Lungi da me la volontà di entrare negli aspetti eventualmente di carattere giudiziario, su cui altri poteri dello Stato avranno il compito di fare luce fino in fondo”. Lo ha detto Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana, prendendo la parola nell’aula di Montecitorio a nome del gruppo di Liberi e Uguali, sulla vicenda dei rapporti tra Lega, collaboratori di Matteo Salvini e Russia.
“Un ministro della Repubblica – cioè una personalità che svolge pro-tempore, fino a quando avrà il consenso per farlo, un ruolo pubblico di massima responsabilità ‘ deve venire a riferire, a dire la sua, tanto più quando l’evolversi dei fatti ci fa pensare o può far pensare che alcune delle sue dichiarazioni pubbliche di questi ultimi giorni non siano state, diciamo così, proprio del tutto aderenti alla realtà”.
“Se l’opposizione parlamentare chiede a un ministro di venire a riferire, io credo che quel ministro debba venire a riferire senza indugio, anche per dire che tutto ciò che l’opposizione sostiene è infondato, ma quello che non è accettabile è che salti completamente la relazione corretta tra maggioranza e opposizione”.