(AdnKronos) – Interessante considerare, nello specifico, quanti e quali siano stati i laureati sfornati dall’Università di Padova al termine del 2017, ultimo anno i cui dati sono disponibili nella loro interezza: 12.778. Di questi, 2.583 hanno terminato il loro percorso di studi in Ingegneria nei vari indirizzi (20.2% del totale), 1.420 nelle Scienze (11.1%), 2.763 nelle Scienze umane (21.6%), 1.642 in Psicologia (12.9%), 1.207 in Economia e Scienze Politiche (9.4%), 862 in Agraria (6.7%), 440 in Giurisprudenza (3.4%) e 1.861 in Medicina e Chirurgia (14.6%).
“Il gruppo economico-statistico e quello di ingegneria sono quelli a cui attingono di più le imprese, che hanno difficoltà ad assumere visto il ridotto numero di candidati. La direzione del mercato appare, quindi, palese – conclude Valerio – Così come è evidente che il lavoro tecnico non viene considerato come dovrebbe, perché non c’è vera comunicazione tra il mondo dalla scuola e le imprese. Vale già a livello di scuola secondaria e diventa ancora più lampante nel momento in cui si analizzano i dati provenienti dal mondo universitario”.