Juventus, De Ligt si presenta: “sono qui grazie a Sarri. Ronaldo? Quando si è avvicinato…”

Nicolò Campo/LaPresse

Giornata di presentazione ufficiale per il difensore olandese, che nel pomeriggio partirà insieme alla squadra per la tournée in Asia

Presentazione ufficiale per Matthjis De Ligt, il difensore olandese parla finalmente davanti ai media per spiegare i motivi che lo hanno spinto ad accettare la proposta della Juventus.

Nicolò Campo/LaPresse

Un matrimonio voluto e celebrato quello tra i bianconeri e l’ex Ajax, desideroso di cominciare questa sua nuova prima avventura lontano da casa: “è un grande passo, il primo che faccio fuori dal mio paese. Mi devo abituare, ma è stato un grande onore ricevere il benvenuto dei tanti tifosi della Juve. Spero di poter restituire tutto questo entusiasmo. Già a inizio luglio avevo preso la decisione di andare alla Juventus. Era molto importante fare un passo fuori dalla mia nazione, ma l’ho deciso dopo la finale di Nations League. Sono molto sereno, tante persone sono felici che io sia alla Juventus, ma ci sono state anche altre reazioni per questa decisione. Devo adattarmi a una nuova cultura. Ronaldo? Vedere uno come Cristiano Ronaldo avvicinarsi a me è stato un grande piacere e un grande onore, ma non è stato quello a farmi decidere“.

AFP/LaPresse

La presenza di Maurizio Sarri è stato uno dei motivi che hanno spinto De Ligt ad accettare la Juve: “ci siamo sentiti al telefono e abbiamo cominciato a conoscerci in questi giorni. Lui è uno dei motivi per cui sono voluto venire alla Juve, ho sentito parlare benissimo di lui e di come prepara la difesa. Giocare alla Juve è una grande sfida, i tifosi sono molto vicino allo stadio e si fanno sentire quando giochi, il che rende l’esperienza fantastica. Non vedo l’ora di giocarci di nuovo. Ci sono tre competizioni, quattro con la Supercoppa. Noi vogliamo vincere tutto, perché la Juventus deve avere la mentalità di vincere ogni competizione a cui partecipa. Ci sono diversi attaccanti, da Ronaldo che è bravissimo in area di rigore a Mandzukic che è forte di testa e determinato, fino a Douglas Costa che è velocissimo. Ognuno ha le sue qualità, è difficile giocare contro ciascuno di loro ed è sempre una sfida“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30984 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery