Milano, 24 lug. (AdnKronos) – Un rapporto “solidissimo di amicizia”, era quello che legava Giovanni Bazoli, presidente emerito di Intesa SanPaolo a Giampiero Pesenti. In un ricordo per la sua scomparsa, il professore spiega che a lui era “legato da sincero affetto e da un rapporto solidissimo di amicizia: un legame radicato nelle nostre famiglie e che si è rafforzato attraverso le tante occasioni di lavoro che ci hanno visto nei rispettivi ruoli protagonisti e colleghi”.
Giampiero Pesenti, afferma ancora Bazoli, “è stato un imprenditore che ha svolto ruoli di grande rilievo non solo nel gruppo familiare che, dopo la morte del padre, è stato da lui guidato per decenni, ma anche nel più vasto sistema industriale e finanziario nazionale. Egli ha sempre goduto di stima e fiducia da parte delle maggiori figure del mondo industriale e civile italiano”. Con lui, aggiunge ancora, “viene a mancare un custode dei migliori valori della nostra tradizione lombarda”. (segue)