(AdnKronos) – Quasi coetanei – Bazoli è nato del 1932, Pesenti nel 31 – il banchiere e l’industriale hanno lavorato insieme come colleghi in alcune società chiave della finanza italiana del novecento: “il Nuovo Banco Ambrosiano, di cui egli è stato amministratore negli anni ’80, in Gemina, in Rizzoli, in Mittel, ma anche in alcuni passaggi critici dove, trovandoci schierati su fronti diversi, siamo stati aiutati proprio dalla nostra confidenza e amicizia a cercare, attraverso confronti limpidi e leali, le migliori soluzioni perseguibili”, osserva il professore.
Pesenti, riconosce alla fine nel suo ricordo “è stato imprenditore caratterizzato da grande equilibrio e saggezza, nonché da rare qualità umane e morali. Con lui viene a mancare un custode dei migliori valori della nostra tradizione lombarda”.