(AdnKronos) – Ma semmai una richiesta di rimpasto dovesse arrivare, il Movimento è pronto a far valere la propria maggioranza parlamentare per mantenere invariati i rapporti di forza nella squadra di governo. E ad avanzare lamentele sui ministeri del Carroccio che, a detta dei grillini, non funzionano: nel mirino Gianmarco Centinaio e Marco Bussetti.
Intanto però si pensa già al dopo Toninelli. Ad aprile scorso, prima delle elezioni europee, nel Movimento si sarebbe già accarezzata con forza l’idea di chiedere al responsabile del Mit un passo indietro, sostituendo in corsa Toninelli con Stefano Patuanelli. Ma è difficile che l’attuale capogruppo al Senato vada ad occupare la poltrona del Mit: a quanto apprende l’Adnkronos, salvo ripensamenti, Patuanelli non sarebbe disponibile a sedere ai vertici del Mit.
Così, nelle ultime ore, è tornato a circolare con forza il nome di Mauro Coltorti, senatore M5S e ministro ‘ombra’ proprio alle Infrastrutture e ai Trasporti nella squadra di governo tutta grillina presentata da Luigi Di Maio prima delle elezioni politiche.