(AdnKronos) – Per l’ex Procuratore aggiunto di Palermo Ingroia “la cosa, nel contempo divertente e tristemente disarmante e preoccupante, èÌ? che nella nota della Prefettura di Milano si legge che una pattuglia sarebbe andata a controllare ‘sul citofono condominiale” (del vecchio indirizzo…) ed avrebbe accertato che non eÌ? piuÌ? ‘presente alcuna targhetta” del mio Studio ‘presso lo stabile ove prima compariva” (e ci mancherebbe!)”. “Questi sarebbero gli elementi ‘nuovi” sulla base dei quali il Ministero dell’Interno ha disapplicato la decisione del Consiglio di Stato.ì- dice – Mi chiedo: eÌ? affidato a questo tipo di accertamenti ‘fantozziani” e di valutazioni fondate su dati falsi le decisioni di un ‘autorevole” organo come l’Ucis, che avrebbe dovuto invece adeguarsi alla decisione del Consiglio di Stato che disponeva l’urgente ed immediato ripristino della scorta, decisione totalmente ignorata ed elusa?”.
“E’ questo il modo di fare gli accertamenti sui pericoli cui i cittadini italiani, appartenenti o meno alle Istituzioni, poco cambia, sono esposti? A questi accertamenti e a queste valutazioni eÌ? affidata la vita e la sicurezza di tutti noi? – spiega -Poco mi interessa in se? la questione della revoca della mia scorta. Ne faccio peroÌ? una questione di principio davanti ad un tale approccio ‘fantozziano” alla questione sicurezza, quando tanti testimoni di giustizia e cittadini davvero a rischio restano abbandonati a se stessi, mentre troppi politicanti, che nulla rischiano, vanno in giro sulle auto blu a spese di tutti noi…”.
E conclude: “Certo, se questi sono i metodi e i criteri di valutazione dei rischi per assegnare le scorte, capisco perché tanti vecchi politicanti di mestiere e nuovi mestieranti della politica hanno la scorta, anche se tutti sappiamo che non rischiano alcunché dalla criminalitàÌ? organizzata ma tutt’al piuÌ? da qualche cittadino giustamente inferocito verso quegli stessi politicanti che non fanno il loro dovere e non rispettano le loro promesse. E capisco cosi molto bene anche perché? la scorta viene revocata a chi invece si eÌ? ribellato al Sistema per fare vera pulizia. Poveri noi! Povera Italia!”.