verstappen
Photo4/LaPresse

Il pilota della Red Bull ha commentato il periodo negativo del tedesco, lanciando una delle sue solite frecciatine

Il momento di Sebastian Vettel è tutt’altro che positivo, il tedesco non è riuscito fino a questo momento a vincere una gara in stagione, finendo a 100 punti da Hamilton dopo dieci gare del Mondiale. Solo un anonimo quarto posto per il pilota della Ferrari, superato anche dalla coppia Bottas-Verstappen e con un Leclerc pronto ad azzannarlo.

Photo4/LaPresse

Sulla situazione del quattro volte campione del mondo si è soffermato proprio l’olandese della Red Bull ai microfoni di AutoBild, lanciando una delle sue solite stoccate: “non ha commesso errori alla Red Bull e non ha dimenticato come si guida. Perché queste cose gli capitano sempre alla Ferrari?”. Significative anche le parole di Jonathan Wheatley, team manager della Red Bull: “Seb è una persona molto intelligente, sensibile e calorosa che può essere ammirata per quanto sia amorevole con sua moglie e i suoi figli, oppure per il discorso fantastico tenuto in onore del defunto direttore di gara Charlie Whiting. Seb non è un ragazzo tosto come Schumacher o Alonso, uno che sia sempre in grado di offrire le miglior prestazioni. Sebastian è un pilota che deve sentire il supporto incondizionato. Lo ha avuto alla Red Bull. Probabilmente alla Ferrari no”.

Valuta questo articolo

Rating: 3.7/5. From 6 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE