Formula 1 – Ricciardo ironico e sincero a Silverstone, non manca la frecciatina a Red Bull: “8 anni fa ero un idiota! Rimpianti? Ecco la verità”

Photo4/LaPresse

Daniel Ricciardo esilarante e sincero in conferenza stampa a Silverstone: le parole dell’australiano della Renault

Dopo una settimana di pausa i piloti della Formula 1 sono pronti a darsi nuovamente battaglia in pista. Archiviato il caos nato nella gara in Austria, i campioni delle quattro ruote sono già in terra inglese per il Gp di Gran Bretagna. Si è tenuta oggi a Silverstone la conferenza stampa piloti nella quale i campioni hanno raccontato le sensazioni con le quali arrivano al nuovo weekend di gara.

Lapresse

L’Austria non è stata divertente per noi, abbiamo analizzato in profondità per capire perchè non avevamo il passo, abbiamo imparato alcune cose dai nostri studi, abbiamo iniziato sin dal venerdì nella direzione sbagliata, a livello di assetto, nulla di fondamentale che abbiamo trovato. Questa macchina deve arrivare ad un’automizzazione perfetta per andare bene e non siamo riusciti a trovarla quel weekend ed p un peccato perchè avevo trovato una certa fiducia nei miei mezzi e nella macchina ultimamente e in Austria tutto questo è venuto un po’ a mancare, il motivo che abbiamo trovato è una questione di assetto, abbiamo preso una strada un po’ diversa rispetto alle settimane precedenti, vedremo di riprendere quella direzione questo weekend e tornare a quello che conosciamo bene“, ha spiegato Ricciardo.

Photo4/LaPresse

L’australiano, che proprio a Silverstone ha fatto il suo debutto in Formula 1, nel 2011, ha un po’ fatto un riassunto dei suoi 8 anni in pista:  “8 anni divertenti, ricordo la prima conferenza stampa di 8 anni fa, riguardavo delle foto di recente e sembravo un idiota, ma un idiota che aveva bisogno di un taglio di capelli, che per fortuna poi ho fatto, ero sulla stessa barca di Antonio (Giovinazzi, ndr),è stato un vortice di emozioni, ma è bello vedere come riesci a passare tante situazioni e sentirsi sempre più a tuo agio, ho acquisto un po’ più di buon senso, ero davvero travolto da tutto 8 anni fa, avevo molta fiducia in me stesso ma finchè non ottieni i risultati che pensi di poter ottenere c’è sempre un pizzico di dubbio, credo che la mia fiducia sia cresciuta di anno in anno, non mi sento ancora uno dei veterani anche se ci sto arrivando, ma mi sento ancora giovane in forma e bello“.

Photo4/LaPresse

A Ricciardo è stato poi domandato se, viste le sue difficoltà in Renault, dopo aver visto la vittoria di Verstappen in Austria, ha qualche rimpianto per la sua scelta di dire addio alla Red Bull: “no non ne ho. Parte di me era piuttosto contenta per loro, anche perchè è stata una gran bella gara di Formula 1, la F1 ha dovuto superare parecchie critiche, quindi è stato positivo avere una gara così emozionante. Se torno all’anno scorso in questo momento avevamo già 3 vittorie, mentre loro in Austria hanno ottenuto la prima, io sono chiaramente molto più indietro ma mi aspettavo qualcosa in più, se fossi rimasto alla Red Bull non avrei potuto lottare per il titolo, certamente hanno vinto una gara lo scorso weekend ma sono molto lontani dal titolo, quindi non credo che avrei ottenuto risultati diversi, quindi non ho rimpianti, con la Renault c’è parecchio lavoro da fare, ma è appagante quando ottieni un risultato“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35203 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery