photo4/Lapresse

Il guaio all’intercooler che ha fermato Vettel nelle qualifiche del Gp di Germania si era già manifestato in Francia, condizionando anche quella sessione di qualifiche

Il secondo posto ottenuto da Vettel in Germania, al termine di una furiosa rimonta dall’ultima posizione, ha un po’ cancellato il disastro delle qualifiche.

Lapresse

Il doppio problema occorso prima al tedesco e poi a Leclerc ha condizionato l’intero Gran Premio, togliendo così la possibilità alla Ferrari di portare a casa la prima vittoria di questa stagione. Il problema più complicato da risolvere resta sempre quello relativo all’affidabilità, guai atavici che gli uomini di Maranello non riescono a risolvere. Basti pensare che il guasto all’intercooler occorso sulla monoposto di Vettel nelle qualifiche di Hockenheim si era già manifestato un mese fa durante le qualifiche del Gp di Francia, quando Seb si dovette accontentare della settima posizione a otto decimi da Leclerc. Prima della gara transalpina, i meccanici sostituirono proprio l’intercooler, oltre alla collegata pompa dell’olio, ai radiatori e ad altre componenti. Nemmeno un mese dopo ecco manifestarsi lo stesso problema, una situazione davvero insostenibile che va risolta immediatamente perché, di questo passo, difficilmente la Ferrari riuscirà a schiodarsi dallo zero nella casella delle vittorie.