photo4/Lapresse

Il monegasco vuole riscattare in Ungheria l’errore commesso in Germania, costatogli uno zero in classifica

Charles Leclerc ha immediatamente l’opportunità di riscattare l’errore commesso in Germania, costatogli uno zero in classifica difficile da mandare giù. Il calendario prevede un back to back con l’appuntamento in Ungheria, dove il monegasco sarà chiamato ad una pronta reazione.

Photo4/LaPresse

Intervenuto al sito ufficiale della Ferrari, l’ex Alfa ha ammesso: “la pista dell’Hungaroring è di sicuro una delle più tecniche presenti nel calendario. Per certi aspetti mi ricorda un tracciato di kart: una curva è seguita da un’altra quasi senza interruzione e al pilota spesso non rimane nemmeno il tempo di pensare. Su questa pista si può dire che non esistano parti nelle quali ci si può rilassare, tanto è freneticaA me personalmente piace, perché essere competitivi qui non è mai facile. In qualifica, in particolare, avere un giro perfetto è sempre molto complesso perché bisogna spingere, ma ricordarsi anche di prendersi cura delle gomme così da poterle sfruttare anche nella parte finale”.