Photo4/LaPresse

Il super consulente della Red Bull ha attaccato duramente il pilota tedesco, colpevole di aver colpito Verstappen al giro numero 33 del Gp di Silverstone

Rabbia e delusione per la Red Bull dopo il Gp di Silverstone, concluso giù dal podio nonostante l’ottimo passo dimostrato da Max Verstappen e Pierre Gasly.

Photo4/LaPresse

L’olandese avrebbe potuto ottenere addirittura un secondo posto, se Vettel non lo avesse tamponato al 33° giro, mandando in frantumi la sua possibilità di superare anche Bottas, che avrebbe dovuto fermarsi prima del traguardo. Un incidente costato dieci secondi di penalità a Vettel e 2 punti sulla Superlicenza, ma anche un rimbrotto da Helmut Marko“sembra che abbia sopravvalutato se stesso, frenando troppo tardi e togliendoci così il podioEravamo chiaramente più veloci delle Ferrari in garapenso che la Mercedes fosse troppo veloce, ma non abbiamo mai avuto un giro libero per testarlo. Lewis era molto veloce, ma la seconda o terza posizione avrebbero potuto essere facili”.