Lapresse

Un giornalista ha frainteso la dedica presente sul casco di Vettel ad Hockenheim, beccandosi il rimbrotto del tedesco

Un simpatico siparietto ha visto protagonisti Sebastian Vettel e un giornalista ad Hockenheim, subito dopo il termine della seconda sessione di prove libere.

vettel
photo4/Lapresse

Il tedesco si è visto costretto a spiegare il destinatario della dedica sul suo casco, fraintesa da un cronista nel corso dell’intervista e attribuita a Michael Schumacher. Fattosi immediatamente serio, il quattro volte campione del mondo ha fatto subito chiarezza: “non l’hai capito! Gesù… non l’hai proprio capito: è Bernd Schneider, una leggenda delle auto da turismo! Ha compiuto 55 anni, e ho il numero cinque sulla macchina, quindi ho pensato che fosse un buon momento per celebrarlo. È un caro amico e penso che sia uno dei migliori piloti tedeschi della storia, è un peccato che non abbia avuto il successo che meritava in Formula 1, ma era in pista con una macchina davvero poco competitiva. Penso che avesse il potenziale per fare molto di più di quello che abbiamo visto, ma poi ha iniziato una carriera nel mondo del turismo davvero impressionante. Forse è per questo che non hai familiarità con il suo casco, perché la sua macchina aveva il tetto“.