L’azzurra si conferma una delle atlete più in forma a Baku e conquista un meritato piazzamento dopo il quarto posto nella crono di martedì. Successo della britannica Backstedt

Ancora una medaglia per la Nazionale giovanile impegnata a Baku in occasione dell’European Youth Olympic Festival (EYOF 2019). Dopo quello di Dario Igor Belletta nella prova a cronometro maschile, Francesca Barale ha conquistato questa mattina un’altra medaglia d’argento, nella prova in linea femminile. Per l’azzurra si tratta del giusto riconoscimento dopo il podio sfumato per pochi secondi in occasione della cronometro di due giorni fa, quando chiuse al quarto posto.

La prova femminile è vissuta sulla fuga delle prime tre dell’ordine di arrivo: la britannica Zoe Backstedt, la nostra Barale e la russa Alena Ivanchenko, che lanciano la loro azione subito dopo la prima salita di giornata. In breve raggiungono un vantaggio di 30”. Procedono in accordo per oltre metà gara (50 chilometri la distanza complessiva della prova) poi, quando mancano 20 chilometri alla fine, l’inglese lancia l’attacco decisivo. Non sono in grado di rispodere l’azzurra e la russa, che procedono insieme cercando di limitare i danni. In vista dell’ultimo chilometro Francesca attacca e si toglie dalla ruota la compagna di fuga, evitando il rischio di un arrivo in volata e va a cogliere la piazza d’onore a 1’09 dalla vincitrice e con 5” di vantaggio sulla Ivanchenko. Il gruppo arriva a 3’27”; all’interno del quale anche le altre due azzurre Eleonora Ciabocco(11^) e Carlotta Cipressi (21^).

Nel pomeriggio la gara degli uomini, ultimo atto per il ciclismo a questi EYOF2019.