Milano, 25 lug. (AdnKronos) – Ingenti quantità di cocaina spacciati sul territorio di Milano, anche ‘a domicilio’, direttamente a casa dei clienti. I carabinieri del capoluogo lombardo hanno arrestato tredici persone nell’operazione ‘sangue blu’, tutte accusate a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di cocaina e spaccio.
Le indagini nascono dall’irruzione di un commando composto da nove persone armate di pistola e fucile nel capannone della carrozzeria ‘New Car” di Novate Milanese (Milano). L’episodio, con annesso pestaggio del titolare, era riconducibile a una “faida tra gruppi criminali, insorta per contrasti sul controllo dello spaccio di cocaina su una vasta zona di Milano”, e in particolare nei quartieri di Comasina e di Quarto Oggiaro) e per debiti contratti per la compravendita dello stupefacente.
L’attività investigativa ha documentato l’esistenza e la piena operatività di un’associazione dedita al traffico di cocaina, che smerciava circa un chilo di droga a settimana, utilizzando basi logistiche per il deposito ed il confezionamento dello stupefacente. La droga veniva poi consegnata a domicilio a clienti nel comune di Milano. Ulteriori dettagli alla conferenza stampa che si terrà alle ore 12 presso la sala stampa del Comando Provinciale di Milano, in via della Moscova 19/21.