Paloermo, 26 lug. (AdnKronos) – Uno degli spacciatori ‘factotum’ “in un giorno aveva portato 300 euro di incasso ed è stato rimproverato molto duramente, questo ci fa capire che il giro d’affari quotidiano era molto elevato”. Così, uno degli inquirenti che hanno condotto l’inchiesta ‘H24’ che all’alba di oggi ha portato all’arresto di 16 persone a Palermo. “Un’altra volta – spiega il dirigente della Narcotici, Agatino Emanuele- lo stesso factotum alle 4 del mattino si era rifiutato di provvedere a una richiesta di cocaina perché dormiva ed è stato rimproverato ancora una volta. Perché il cliente andava sempre accontentato”. La consegna avveniva “presso le abitazioni ma spesso anche sulla pubblica via”.