Campionati Europei di Sitting Volley – Storica Italia, le azzurre staccano il pass per la finale e le Paralimpiadi di Tokyo 2020

Straordinaria doppietta per le italiane che conquistano la finale continentale contro la Russia e soprattutto la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020

Il 19 giugno 2019 è una data che entra di diritto nella giovane storia del sitting volley azzurro. L’impresa è firmata dalla nazionale italiana femminile, ai Campionati Europei il 3-0 (25-12, 25-9, 25-23) in semifinale sulla Germania vale una straordinaria doppietta: la finale continentale contro la Russia e soprattutto la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

L’Italia è già sicura di un posto per la manifestazione giapponese, in quanto la Russia (vincitrice del Mondiale 2018) è già qualificata per il torneo paralimpico. A distanza di soli sei anni dalla nascita del sitting volley in Italia, le ragazze di Amauri Ribeiro raggiungo così uno straordinario traguardo, difficilmente pronosticabile. Un risultato che premia il duro e costante lavoro portato avanti in questi anni dalla Federazione Italiana Pallavolo, improntato alla crescita e allo sviluppo della disciplina paralimpica.

La semifinale contro la Germania ha confermato le grandi qualità della squadra azzurra, sin dal primo set Aringhieri e compagne hanno imposto il proprio gioco senza lasciare scampo alle avversarie. Nel secondo il copione è stato lo stesso e l’Italia ha inflitto una lezione ancora più dura alle tedesche. Palpitante e combattuto l’ultimo parziale, sino al 21-21 le squadre sono rimaste attaccate, ma poi le azzurre hanno piazzato l’allungo decisivo, verso la finale Europea e le Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Italia-Russia, in programma domani alle ore 14.15, sarà quindi la logica finale di un torneo in cui le due squadre si sono dimostrate nettamente superiori al resto della concorrenza. Non a caso le azzurre nella fase a gironi hanno perso solo contro le campionesse mondiali in carica. In quella stessa rassegna iridata la formazione tricolore diede il primo segnale della sua grande crescita, ottenendo a sorpresa uno straordinario quarto posto.

Un piazzamento che ha dato ancora più convinzione alla nazionale azzurre, una delle magnifiche otto formazioni che prenderà parte alle Paralimpiadi di Tokyo (25 agosto – 6 settembre 2020). Oltre a Italia e Russia, sono già sicure di un posto per le Paralimpiadi: Giappone (paese ospitante), Stati Uniti (2a al Mondiale) e Cina (torneo asiatico). I restanti 3 pass verranno assegnati dal torneo panamericano, da quello africano e dalla qualificazione internazionale.

PIETRO BRUNO CATTANEO: “Le ragazze ci hanno regalato una gioia immensa, guardandole mi sono davvero emozionato. Voglio ringraziare le atlete e tutto lo staff tecnico perché hanno fatto un lavoro fantastico. Questo è un risultato che non arriva per caso, ma è il frutto dell’impegno e del lavoro, dedicato al sitting volley da parte dalla Federazione. Il presidente del CIP Luca Pancalli è stato tra i primi a congratularsi e io voglio condividere la gioia di questa bellissima giornata con tutta la grande famiglia degli sport paralimpici”.

AMAURI RIBEIRO: “Le ragazze oggi hanno dimostrato perché siamo venuti all’Europeo, e con tutta la loro grinta si sono andate a prendere la finale e soprattutto il pass per le Paralimpiadi di Tokyo 2020. Il torneo non è ancora finito, però è giusto rendersi conto del grande lavoro che abbiamo fatto. La semifinale contro la Germania era difficile, eppure abbiamo giocato i primi due set molto bene. Nel terzo siamo stati sotto, però abbiamo avuto la forza di reagire. Davanti a noi abbiamo ancora ampi margini di crescita”.

SILVIA BIASI: “Siamo riuscite a raggiungere un obiettivo che avevamo in testa sin da inizio anno. Nemmeno noi pensavamo che potesse arrivare così presto una finale europea e la qualificazione ai giochi di Tokyo 2020, però c’abbiamo sempre creduto. Il nostro è un gruppo giovane e unito, penso che in campo si sia visto. Con oggi abbiamo coronato un bellissimo sogno”.

FRANCESCA BOSIO: “Faccio ancora fatica a credere che siamo riuscite a realizzare un sogno così grande: l’adrenalina si fa sentire ancora tanto. Dopo due set ottimi, nel terzo siamo un po’ calate di concentrazione e la Germania si è rifatta sotto, però abbiamo voluto con tutto il nostro cuore questa vittoria. Voglio ringraziare tutta la gente che ci ha seguito, abbiamo sentito tanto calore dall’Italia”.

GUIDO PASCIARI (Consigliere referente per il Sitting Volley): “Questa è una giornata che resterà indimenticabile, è davvero incredibile pensare di aver ottenuto la qualificazione alle Paralimpiadi e la finale europea contro la Russia. Andare ai giochi di Tokyo 2020 è stato, sin dal primo giorno, il grande sogno di questa nazionale. Oggi quel sogno è diventato realtà, una realtà ancora più bella di quella che potevamo immaginarci. Questo è un gruppo di donne straordinarie, non posso che definirle così. Voglio dedicare questa qualificazione alla Federazione Italiana Pallavolo, sperando che sia di buon auspicio per le due nazionali indoor che ad agosto si giocheranno la possibilità ottenere di strappare il pass per i Giochi Olimpici”.

Le 12 azzurre: Giulia Aringhieri, Flavia Barigelli, Raffaella Battaglia, Giulia Bellandi, Silvia Biasi, Francesca Bosio, Eva Ceccatelli, Sara Cirelli, Sara Desini, Francesca Fossato, Roberta Pedrelli, Alessandra Vitale.

Semifinali

Russia-Ucraina 3-0 (25-14, 25-15, 25-12)
Italia-Germania 3-0 (25-12, 25-9, 25-23)

Finali (20 luglio)

3°-4° posto: Ucraina-Germania (ore 13)
1°-2° posto: Italia-Russia (ore 14.15)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30325 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery