Palermo, 18 lug. (AdnKronos) – “Altro che interesse per la Sicilia! Il governo nazionale sembra ignorare del tutto le esigenze della città di Palermo e della nostra Regione. L’assenza del vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio all’incontro su Almaviva è un gravissimo segno di disattenzione perché sappiamo tutti che questa non è ‘una’ azienda, ma ‘la’ azienda privata di maggiore peso occupazionale nella nostra città, con oltre 1.600 dipendenti interessati direttamente ed altre centinaia nell’indotto”. Così la deputata regionale Marianna Caronia commenta quanto avvenuto oggi al tavolo sui call center convocato al Mise.
“Non possiamo che condividere quanto scritto dai sindacati circa la sensazione che questo incontro andato a vuoto altro non fosse che un modo per prendere tempo – aggiunge – A questo punto però la domanda sorge spontanea: se Almaviva fosse stata a Napoli o Milano, un vice presidente del Consiglio sarebbe stato presente?”.