Borsellino: fratello del giudice, ‘Pm Petralia umanamente meschino’

Palermo, 16 lug. (AdnKronos) – (di Manuela Azzarello)- “Meschino”. A pochi giorni dal 27esimo anniversario della strage di via d’Amelio, Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, risponde a tono e senza usare mezzi termini alle accuse lanciate alla sua famiglia dal procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia, oggi indagato dalla procura di Messina (insieme al magistrato Annamaria Palma) per il presunto depistaggio dell’inchiesta su via d’Amelio. “Petralia è di una meschinità umana veramente estrema – dice all’Adnkronos – Lo ha rivelato accusando Fiammetta di non essere stata presente il giorno dell’assassinio di suo padre e me di non aver detto nulla di utile al processo di Caltanissetta”.
“Rimproverare Fiammetta come se avesse dovuto sapere il giorno in cui suo padre sarebbe stato ammazzato è di una meschinità incredibile, non ci sono altre parole – aggiunge il fratello del giudice – E’ stato Paolo a volerla allontanare, così come aveva fatto con gli altri figli per cercare di abituarli alla sua assenza”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery