(AdnKronos) – Giovedì 18 luglio le celebrazioni si sposteranno all’Albero della pace di via d’Amelio dove, alle 17.30, si terrà l’iniziativa ‘Storie di resistenza civile al femminile’ dedicato a Rita e Paolo Borsellino e agli agenti Agostino, Claudio, Emanuela, Vincenzo e Walter. Alle 19 l’appuntamento con la consueta ‘acchianata’ (salita ndr) a monte Pellegrino. Alle 21, la veglia ‘La forza dietro ad un sorriso’ e poi la Santa Messa a cura dell’Agesci. Venerdì 19 luglio, giorno della strage, sarà via d’Amelio ad ospitare per l’intera giornata una serie di iniziative. Dalle 9 alle 13 l’appuntamento è con i bambini e ‘Coloriamo via d’Amelio: il 19 luglio per i cittadini di domani’, con animazione, laboratori, letture a cura del Centro studi Paolo e Rita Borsellino.
Alle 14.45 sarà il momento di ‘Orfani di Stato’, con interventi dal palco dei familiari delle vittime della strage di via d’Amelio e dei familiari delle vittime di mafia. Fra questi, Vincenzo Agostino, Angela Manca, Stefano Mormile, Brizio Montinaro, Rosaria Scarpulla e Francesco Vinci. Minuto di silenzio alle 16.58, ora in cui esplose la bomba, e a seguire Salvatore Borsellino reciterà la poesia ‘Giudice Paolo’ di Marilena Monti. Alle 17.30 l’incontro ‘Testimoni di ingiustizia’ con Piera Aiello, Ignazio Cutrò, Gianfranco Franciosi, con gli studenti dell’I.P.I.A Emanuela Loi di Sant’Antioco (Caltanissetta); alle 18 l’incontro ‘Verità di Stato, Verità di tutti?’ con i magistrati Roberto Scarpinato, Giuseppe Lombardo e l’avvocato Fabio Repici. Infine alle 21.45 la presentazione del libro ‘Paolo Borsellino – Cosa nostra spiegata ai ragazzi’ con Salvatore Borsellino e Marco Lillo. Sabato 20 luglio, infine, alla Casa di Paolo, alle 18, si terrà l’incontro ‘Donne contro la mafia’.