Roma, 23 lug. (AdnKronos) – Sembrava in dirittura d’arrivo, con la finestra utile per approvarla in Cdm aperta già questa settimana, nello specifico giovedì prossimo. Ma salvo accelerazioni dell’ultimo minuto, slitterà ancora il Consiglio dei ministri sulle autonomie differenziate: “Impensabile – dice all’Adnkronos una fonte di governo impegnata nella partita – che si chiuda questa settimana. La verità è che siamo in altissimo mare”.
Troppi i nodi sul tavolo, quello più complesso da sbrogliare è senz’altro sulle risorse finanziarie. Il clima positivo della scorsa settimana sembra ormai un ricordo, dopo gli attacchi dei governatori Luca Zaia e Attilio Fontana di sabato scorso. A questo punto non è da escludere che in settimana non ci terrà alcun Cdm.
E mentre il presidente del Veneto lancia l’idea di un conclave con il governo per trovare la quadra, restano in stand-by le riunioni ristrette a Palazzo Chigi -attese inizialmente per ieri e poi spostate ad oggi ma mai convocate- per affrontare il nodo delle sovraintendenze con i ministri Alberto Bonisoli ed Erika Stefani e sbrogliare quello, ancor più complesso, delle risorse finanziarie.