(AdnKronos) – “Lo stesso Governatore Zaia oggi ha definito il Governo ‘inadempiente’. Per quale ragione il Consiglio Regionale, che è stato il promotore della legge sul referendum, deve stare a guardare? Io credo che abbiamo il dovere dell’azione, anche forte – continua il capogruppo di SiamoVeneto – vista la piega che stanno prendendo gli eventi. Chi vuole realmente l’autogoverno del Veneto non può farsi intimidire dai giochi di potere romani che ci hanno sempre penalizzato. Chi vuole realmente l’autogoverno del Veneto deve essere disposto a usare tutti i mezzi a disposizione per ottenere ciò di cui abbiamo diritto”.
“Il Consiglio Regionale è l’assemblea rappresentativa del popolo veneto; esso ha quindi anche un ruolo di rappresentanza politica; il popolo veneto ha espresso chiaramente, col referendum, la sua volontà. Tocca al Consiglio, prima di qualsiasi altro soggetto politico, difenderla e farla rispettare. Non possiamo più assecondare questo balletto romano che è diventato ormai inaccettabile e indecoroso”, conclude.