Venezia, 26 lug. (AdnKronos) – ‘Sono davvero amareggiato dal fatto che un dibattito serio e importante come quello sull’autonomia sia stato sbeffeggiato da alcuni cittadini calabresi sui social in questo modo, con toni offensivi nei confronti del nostro presidente Zaia, del nostro territorio e dei nostri prodotti”. Così Nicola Finco, capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Veneto, commenta la polemica sollevata da una pagina Facebook, Agenda Sud ‘ Calabria, che negli ultimi giorni sta invitando i propri followers a boicottare i prodotti veneti e, in particolare, la produzione di vini e prosecchi.
“Hanno poco da criticare ‘ continua Finco – Zaia è il governatore più amato d’Italia e il Veneto, dati alla mano, è una delle Regioni meglio amministrate del Paese. Gli utenti di quella pagina Facebook se la prendano con i loro amministratori, spesso accusati di collusione con la mafia e di sperpero del denaro pubblico. Se i loro bilanci regionali o la loro economia sono in sofferenza, non è certo colpa del Veneto. I nostri imprenditori sono riusciti a far fronte alla crisi e a far conoscere i loro prodotti in tutto il mondo. I dati dell’export parlano da soli: le vendite all’estero del nostro prosecco continua a crescere, arrivando a toccare i 36 milioni e mezzo di bottiglie. Numeri impressionanti che dimostrano come non saranno le offese di alcuni cittadini calabresi a danneggiarci. I veneti sono tranquilli ‘ conclude il capogruppo leghista – le vendite dei loro vini sono comunque salve”.