LaPresse/Spada

Atletica: iniziano domani i Campionato italiani Assoluti di Bressanone. Quante sfide alla Raiffeisen Arena

Tre giorni di gare per assegnare 42 titoli italiani. Iniziano domani a Bressanone(Bolzano) i Campionati Italiani Assoluti alla Raiffeisen Arena, da venerdì 26 a domenica 28, con oltre mille atleti-gara e tanti azzurri che si stanno preparando per gli Europei a squadre di Bydgoszcz (9-11 agosto) e per i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre). La prima giornata (venerdì 26 luglio) sarà caratterizzata da turni di qualificazione e dalle prime prove del decathlon e dell’eptathlon.

I QUATTRO ORI DELL’UNIVERSIADE – Tante sfide in rosa, tante punte di diamante alla ricerca del titolo italiano e in alcuni casi anche dello standard per i Mondiali di Doha. Gli Assoluti di Bressanone riportano sulla scena le quattro medaglie d’oro dell’Universiade di Napoli: Ayomide Folorunso nei 400 ostacoli è sempre più vicina al record italiano di 54.54 dopo il 54.75 dello stadio San Paolo, Luminosa Bogliolo è in condizione super e le mancano due centesimi per il primato nazionale dei 100hs (12.76) dopo il 12.78 di La Chaux-de-Fonds e il 12.79 di Napoli, Daisy Osakue ha allungato nel disco fino a 61,69, sesta gara oltre i sessanta metri in pochi mesi, Roberta Bruni intende confermare i segnali di rinascita lanciati con il 4,46 dell’Universiade. Riprende la corsa verso i Mondiali di Doha anche Alessia Trost, 1,91 in giugno a Hengelo nell’alto e si rivede la primatista europea della 50 km di marcia Eleonora Giorgi, impegnata sui 10 km. Quattrocento metri per Maria Benedicta Chigbolu. In gara anche le tre medaglie al femminile degli Europei U23 di Gavle Linda Olivieri (400hs), Marta Zenoni (1500 e 5000) e Sara Fantini (martello).

JACOBS E TANTE SFIDE – Tra i temi al maschile degli Assoluti spicca la presenza sui 100 metri di Marcell Jacobs, ormai vicinissimo al muro dei 10 secondi nei 100 metri dopo il 10.03 della scorsa settimana a Padova. In pista, soltanto nei 200, è annunciata anche la presenza del primatista italiano dei 400 metri Davide Re (44.77 a La Chaux-de-Fonds), campione in carica sulla distanza più breve, dove troverà anche Antonio Infantino. Nel mezzofondo, di sicuro interesse è la sfida dei 3000 siepi tra Osama Zoghlami e Yohanes Chiappinelli, entrambi allo standard per Doha al Golden Gala Pietro Mennea. Negli ostacoli (110hs), Hassane Fofana cerca nuovi miglioramenti stagionali dopo il 13.44 corso in due occasioni. Dal fronte salti, nell’alto si rivede Stefano Sottile (2,30) pronto a riscattarsi da Gavle, mentre vogliono dare continuità alle prestazioni degli Europei U23 i bronzi continentali Gabriele Chilà (lungo, 8,00) e Andrea Dallavalle (triplo, 16,95). I vivaci lanci azzurri propongono due bei confronti tra Leonardo Fabbri (20,99) e Sebastiano Bianchetti (20,17) nel peso e tra Giovanni Faloci (65,30) e Nazzareno Di Marco (64,93) nel disco.