crippa
foto di Giancarlo Colombo/FIDAL

Yeman Crippa sarà impegnato sui 5000 metri mentre Fausto Desalu gareggerà nei 200 metri

Due azzurri a Londra in Diamond League, nell’unico meeting su due giornate del massimo circuito internazionale. Ad aprire il weekend sarà Yeman Crippa sui 5000 metri, in una delle prime gare del programma, sabato 20 luglio (alle 15.13 ora italiana). Per il 22enne trentino delle Fiamme Oro è un ritorno nella capitale britannica appena due settimane dopo il trionfo in Coppa Europa dei 10.000, individuale e a squadre, ma anche la seconda gara della stagione sulla mezza distanza. Al Golden Gala di Roma si è migliorato di oltre nove secondi (13:09.52) diventando il terzo azzurro di sempre, con il miglior crono a livello nazionale degli ultimi 26 anni. Ormai è sempre più vicino lo storico record italiano di Salvatore Antibo, 13:05.59 nel 1990.

La seconda giornata degli Anniversary Games attende poi il velocista Fausto Desalu, domenica 21 luglio alle ore 16.19, per una nuova uscita sui 200 metri in cui ha già raggiunto lo standard per i Mondiali di Doha con il 20.26 di La Chaux-de-Fonds il 30 giugno, secondo tempo in carriera dopo il fantastico 20.13 della finale europea di Berlino. Con il mirino già sulla rassegna iridata, martedì a Padova il 25enne cremonese delle Fiamme Gialle si è cimentato ancora sul mezzo giro di pista in 20.66.

“Se sono qui, è perché punto a un altro progresso. Non sarà facile – riflette Yeman Crippa – ma sto bene e sarebbe bello potermi confermare intorno al crono del personale, magari abbassarlo di nuovo. Un altro obiettivo è quello di cercare un buon piazzamento, di salire rispetto al nono posto del Golden Gala. Per una coincidenza del destino, sono di nuovo a Londra, dove ho vinto due settimane fa una Coppa Europa che però mi ha lasciato un po’ di rammarico: volevo lo standard per i Mondiali, non è arrivato.

Non correrò altri 10.000 nei prossimi mesi e quindi potrei qualificarmi solo tramite il ranking stagionale, altrimenti a Doha farò i 5000 metri per i quali ho già il minimo in tasca”. “Sarà la mia prima volta all’estero in un meeting della Diamond League – racconta Fausto Desalu – e non vedo l’ora di scendere in pista per correre con alcuni dei migliori al mondo. La pista è veloce, l’unica incognita è il meteo, ma spero di fare una buona gara. Quest’anno, dopo l’esordio andato male di Savona (21.16), mi sono preso il tempo che serviva tornare a buoni livelli. Ci sono riuscito un mese più tardi anche se non correvo per il personale, perché il clou della stagione sarà a ottobre, non a giugno. Con il minimo per Doha ho spezzato la maledizione degli anni dispari: ho partecipato a Olimpiadi ed Europei, mi manca un Mondiale”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE