(AdnKronos) – Un impegno che trova conferma nelle parole di Salvatore Di Dio, Presidente di Push, che ha così commentato il lancio della campagna: ‘Se davvero vogliamo salvare il futuro della nostra specie è necessario un radicale cambiamento dei nostri modelli di consumo, dei nostri stili di vita e, in piccolo, di tutte le nostre cattive abitudini. Che si tratti di scegliere come muoversi in città, quanta energia consumare o come disfarsi di un mozzicone, dobbiamo riuscire a costruire stimoli, motivazioni e opportunità per rivedere i nostri comportamenti con occhi nuovi e quindi migliorarli. Siamo felici di sostenere la campagna #cambiagesto perché ha esattamente questo scopo: costruire cultura in modo sostenibile. Un gesto alla volta”.
Grazie alla partnership tecnica con E.r.i.c.a. sarà possibile monitorare l’andamento della campagna, sia sul piano tecnico, individuando la quantità di mozziconi che verranno recuperati e quindi non abbandonati in spiaggia, sia monitorando la percezione della campagna stessa da parte dei fumatori che saranno in spiaggia, che nel mese di agosto saranno intervistati attraverso appositi questionari.
Secondo Emanuela Rosio, Direttore della Società, ‘Erica studia il fenomeno del littering ormai da diversi anni, tanto da aver condotto insieme ad AICA, l’Università degli Studi di Torino e il Ministero dell’Ambiente un’importante ricerca al riguardo. Con Philip Morris Italia abbiamo intrapreso un percorso di approfondimento delle tematiche ambientali legate al fenomeno: la campagna che presentiamo propone un’azione concreta sul campo per contrastare l’abbandono nelle nostre spiagge dei mozziconi di sigaretta”.