Palermo, 25 lug. (AdnKronos) – “Perdere 1600 posti di lavoro sarebbe per la città di Palermo una vera e propria piaga sociale, bisogna fare di tutto affinché Almaviva non proceda con gli esuberi dichiarati. Siamo a fianco dei lavoratori e rilanciamo il loro appello affinché intervengano subito i governi regionale e nazionale”. Cosi Leonardo La Piana, segretario generale Cisl Palermo Trapani, nel giorno del sit in di protesta dei lavoratori di Almaviva Palermo.
“La città non solo non può perdere tutti questi posti di lavoratrici e lavoratori che hanno costruito la loro vita in Almaviva e che adesso nella nostra terra non avrebbero alternative – aggiunge – ma non può veder morire un settore, quello dei call center, che in passato l’ha vista protagonista a livello nazionale come sede scelta da diverse aziende. Siamo ad un punto cruciale della vertenza in cui si decidono le sorti del sito di Palermo. Si intervenga subito. Il governo nazionale convochi il tavolo ministeriale per ridare una speranza a tutte queste famiglie”.