Roma, 16 lug. (AdnKronos) – “Io credo che ieri il passo in avanti che ha fatto il Consiglio d’amministrazione di Ferrovie dello Stato sia stato un passo autonomo: ha scelto Atlantia. Ora noi entriamo in gioco come Mise perché seguiremo la scrittura del piano industriale, un piano che deve essere incentrato sui voli di lungo raggio senza sacrificare l’occupazione, se deve essere un rilancio di Alitalia deve essere un rilancio vero in cui si creano nuove opportunità occupazionali”. Lo dice il vicepremier Luigi Di Maio, rispondendo alle domande dei cronisti a Bologna, dove è giunto per l’inaugurazione del nuovo Hub Logistico di Sda Express Courier, società del Gruppo Poste Italiane.
“La presenza dello Stato all’interno di Alitalia, con Fs e Mef -prosegue il ministro – garantisce che sarà un’operazione di mercato e allo stesso tempo ci farà giovare l’Italia di una compagnia di bandiera che si va a prendere turisti da tutti al mondo. Voglio essere l’ultimo ministro dello Sviluppo economico ad occuparsi di Alitalia, un ministro che se ne occupa in maniera strutturale, non per mettere una toppa ma per rilanciare”.