Tiro a Volo, Giovanni Pellielo si impone nel Gran Premio di fossa olimpica a Lonato

LaPresse/Alfredo Falcone

Il campione più titolato della storia del tiro a volo si impone nella categoria Eccellenza, battendo all’ultimo piattello Paolo Cavarzan

L’intero gotha del mondo tiravolistico italiano si è dato appuntamento a Lonato, nel fine settimana del 1 e 2 giugno, per il secondo gran premio di fossa olimpica riservato alle categorie Eccellenza, Ladies e Juniores. I campioni di scena sulle linee di tiro del Concaverde hanno dato vita a sfide di altissimo livello, con i nazionali già in gran forma per il mondiale del prossimo mese insidiati, però, da avversari indomiti e mai facili.

Nella categoria Eccellenza a vincere è stato il campione più titolato della storia del tiro a volo azzurro, tal Giovanni “Jhonny” Pellielo (122/125+4+44), che solo all’ultimo piattello utile ha avuto la meglio sull’irriducibile veneto Paolo Cavarzan (123+43), approdato in finale con il dorsale n°1 in virtù del miglior punteggio nella fase di qualifica. Terzo posto per un altro veneto, Dario Caretta (121+32) quindi, a seguire, la rivelazione del gran premio Salvatore Rizzo (120+28), l’evergreen Albino Del Baldo (122+3+24) e l’azzurro in forza alle Fiamme d’Argento Valerio Grazini.

In parallelo, nella finale tra le Ladies, è stata l’oro olimpico di Londra 2012 Jessica Rossi (120/125+42), inarrivabile per l’intero fine settimana, a conquistare il gradino più alto del podio nella sfida contro l’omonima Fiammetta Rossi (115+39) e la sempre più convincente Maria Lucia Palmitessa (115+5+32). Dietro al tris delle Fiamme Oro si è posizionata Isabella Cristiani (115+26), con Alessia Iezzi (114+21) e Silvana Stanco (113+18) a chiudere il sestetto delle migliori.

Passando agli Juniores, i migliori della classe sono stati Lorenzo Ferrari (117+43) e Diana Ghilarducci (109+40). Nel settore maschile l’argento e il bronzo sono stati conquistati rispettivamente da Edoardo Antonioli (121+42) e Matteo Marongiu (118+3+33), mentre sul versante rosa il podio è stato completato da Sofia Littamè (112+37) e Martina Grioni (105+29).

Due nomi, Jessica e Jhonny, autentici pezzi di storia ed orgoglio italiano hanno onorato al meglio la massima categoria del nostro amato sport – ha affermato il presidente della FITAV Luciano Rossi –  Oggi festeggiamo l’eccellenza italiana, presto celebreremo quella mondiale, con il campionato del mondo che proprio qui, in Italia e più precisamente a Lonato, si disputerà le prime due settimane di luglio. Un applauso per chi arriverà, i nostri campioni sono pronti a confrontarsi con loro. Grazie, infine, ai direttori di tiro per la grande professionalità con cui hanno applicato il regolamento”.

Mi sono davvero divertito nel vedere sparare i nostri ragazzi, sia quelli giovani che quelli meno giovani – ha proseguito il CT della nazionale di fossa olimpica Albano PeraGli schemi dei piattelli non erano semplici e, nonostante questo, i punteggi sono stati decisamente alti. Mi rincuora vedere i nostri atleti in un buon stato di forma. Ci attendono sfide impegnative, a partire già dai Giochi Europei di Minsk. Ringrazio tutti i partecipanti, che hanno messo a dura prova i nostri nazionali e che, con il loro impegno, mantengono sempre elevato lo standard qualitativo italianoRingrazio di cuore per avervi potuto ospitare questo fine settimana, così come ringrazio tutto coloro che si sono prodigati affinché tutto potesse svolgersi nel migliore dei modi – ha concluso il presidente del Concaverde Ivan Carella – e ringrazio la Federazione Italiana per darci sempre queste possibilità, oltre che per gli sforzi continui che compie per mantenere il tiro a volo ad altissimi livelli“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30314 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery