Sicilia: giovani e lavoro, Cisl apre nove sportelli nei capoluoghi dell’isola (2)

(AdnKronos) – “Più di un giovane siciliano su due, tra 15 e 24 anni, in Sicilia non ha occupazione – sottolinea la Cisl – Neppure un lavoro povero”. Occupazioni che si concentrano soprattutto nei settori della logistica, della distribuzione, della cura della persona” e di cui gli “involontari protagonisti sono per lo più i giovani, gli immigrati e in generale tutti coloro i quali popolano le aree della marginalità sociale, del disagio urbano”. E’ principalmente a loro che si rivolge il progetto della Cisl.
Nei prossimi mesi, nei nove capoluoghi di provincia, il sindacato farà leva su “sportelli lavoro, servizi di accoglienza, assistenza, per la realizzazione della parità di genere e su forme di alleanza sociale con l’universo delle associazioni impegnate nel recupero delle periferie sociali ed esistenziali”. “Pensiamo – spiega Cappuccio – a forme di welfare familiare, con attività di sostegno sociale, sanitario e assistenziale a famiglie in difficoltà, offrendo anche strumenti per la ricerca di opportunità, protezione e l’inserimento sociale”.