Alfredo Falcone/LaPresse ALFREDO FALCONE

Rugby: la nazionale italiana in ritiro, inizia la strada verso la Coppa del Mondo

La strada che porta alla nona edizione della Rugby World Cup, per la Nazionale Italiana Rugby allenata da Conor O’Shea, è iniziata questo pomeriggio all’Hotel ”Al Ponte” di Pergine Valsugana, in provincia di Trento. E’ questo il quartier generale scelto dal Commissario Tecnico azzurro e dal suo staff, grazie alla partnership tra Fir e Trentino Marketing, per preparare la lunga trasferta d’autunno nella terra del Sol Levante e, prima ancora, la serie di test-match di preparazione alla rassegna iridata.

Una riunione collettiva tenuta da O’Shea ha illustrato in serata agli atleti presenti – dei quarantaquattro atleti selezionati erano assenti i soli tesserati all’estero – il programma di lavoro per i quattro momenti di lavoro previsti in Trentino tra giugno e luglio, che proseguiranno poi in agosto con la sfida all’Irlanda il 10 a Dublino e contro la Russia il 17 nel Cattolica Test Match di San Benedetto del Tronto.

Il giorno seguente, domenica 18, il ct svelerà la rosa dei trentuno atleti convocati per la Rugby World Cup, che proseguiranno l’avvicinamento finale andando a sfidare la Francia allo Stade de France venerdì 30 agosto e l’Inghilterra venerdì 6 a Newcastle, sfida conclusiva prima di imbarcarsi alla volta del Giappone.

Con ventitré atleti della Benetton Rugby e sedici delle Zebre RC, la preparazione estiva alla Rugby World Cup vivrà anche momenti di lavoro disgiunto durante gli allenamenti delle due franchigie italiane di Guinness PRO14, i cui preparatori fisici lavoreranno già da questi giorni a Pergine in sinergia con Pete Atkinson e Giovanni Sanguin.

Oggi cominciamo a comprendere in pieno quanto la fantastica avventura sportiva che ci aspetta sia ormai alle porte -ha dichiarato il ct azzurro Conor O’Shea.. Partiamo per questo percorso tenendo fermo il nostro obiettivo primario, quello di riportare l’Italia tra le grandi del rugby internazionale. Questa estate riserverà a tutti noi scelte non semplici, ma abbiamo una rosa che unisce un mix di esperienza ed entusiasmo dei più giovani e tutti noi, atleti e staff, non vediamo l’ora di iniziare il cammino verso i Mondiali“. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE