credits instagram @champagnepapi

Grande festa per i Toronto Raptors negli spogliatoi! Ma perchè i giocatori NBA indossano maschere da sci durante i festeggiamenti?

I Toronto Raptors sono i nuovi campioni d’America: la squadra canadese ha conquistato il suo primo titolo NBA nella notte italiana, trionfando col punteggio di 110-114 sui Golden State Warriors in Gara-6. Un traguardo fantastico per Kawhi Leonard e compagni, che nello spogliatoio si sono dati alla pazza gioia con brindisi, docce di spumante e grandi bevute di birra.

In tantissimi avranno sicuramente notato che i campioni NBA, durante i loro festeggiamenti, indossano dei grandi occhialoni, delle vere e proprie maschere da sci. Un’usanza che si vede ormai da anni nel mondo della palla a spicchi, ma che ha origine nel baseball: è stato infatti Bobby Ojeda, dopo la vittoria dei Mets nelle World Series del 1986 ad indossare questa protezione per gli occhi durante i festeggiamenti. I Red Sox hanno poi ‘copiato’ nel 2004 il gesto, che piano piano è diventato sempre più popolare anche negli altri sport. Non è chiaro se l’idea sia venuta a Cabrera o ad Ortiz, ma quel che è certo è che questa usanza è nata per proteggere gli occhi dall’infinità di spumante spruzzato durante i festeggiamenti.

Non si tratta dunque di una questione di stile o di moda, ma proprio di un’usanza utile per evitare fastidiosi problemi fisici: non tutti infatti anno che l’alcol dello spumante può anche causare abrasioni corneali per 48 ore, senza tenere conto poi delle conseguenze che un tappo sparato a tutta velocità potrebbe causare nel caso in cui finisse contro un occhio.