Il Napoli punta Lukaku e sfrutta il ‘Decreto Crescita’: l’Inter però si gioca la carta Conte

SportFair

Il Napoli interessato a Romelu Lukaku per l’attacco, ma l’Inter resta in vantaggio: il giocatore vorrebbe lavorare con Conte e i nerazzurri potrebbero sfruttare la cessione di Icardi

Dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo, la Serie A è diventata ancora più appetibile. Il campionato italiano stuzzica nuovamente i top player come in passato e non sarebbe un’utopia vedere Romelu Lukaku in Italia. L’Inter avrebbe incassato il sì del giocatore, ma nelle ultime ore sarebbe da registrare il forte interessamento del Napoli.

LaPresse/Reuters

Secondo quanto riportato dalla ‘Rosea’, il club partenopeo sarebbe favorito dal Decreto Crescita, iniziativa del governo che favorisce l’assunzione di lavoratori stranieri al sud Italia, con tassazione al 10% e non al 30%. Tradotto: il Napoli potrebbe assicurare a Lukaku i 10 milioni di stipendio netti (11 lordi) pagandone 33 in 3 anni e non 55. I 70 milioni che lo United chiede invece non saranno ‘ammortizzabili’ con nessun decreto legge: più probabile la cessione di Milik che sarebbe chiuso dall’arrivo del belga.

L’Inter resta comunque in vantaggio. Il giocatore gradirebbe lavorare con Antonio Conte e la società nerazzurra potrebbe giocarsi la carta Icardi. Il Manchester United ha rifiutato una proposta di scambio con Perisic, ma potrebbe accettare quella con il bomber argentino. In alternativa, la cessione di Icardi potrebbe portare nelle casse nerazzurre il denaro necessario a coprire il costo del cartellino del centravanti ex Everton.

Condividi