MotoGp – Petrucci svela: “incidente Lorenzo? Ho visto lui e Valentino Rossi andare forte, avessero fatto quella curva mi sarei ritirato”

danilo petrucci AFP/LaPresse

Danilo Petrucci chiude terzo il Gp di Barcellona ed evita la maxi caduta provocata da Jorge Lorenzo: il pilota Ducati si prende il secondo posto e prova a spiegare la dinamica dell’incidente

La maxi caduta provocata da Jorge Lorenzo ha ‘rovinato’ il Gp di Barcellona, mettendo fuori gioco Valentino Rossi, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso, regalando a Marquez la vittoria. Chi fortunatamente non è stato coinvolto è Danilo Petrucci che si è preso il terzo posto.

danilo petrucci

Alessandro La Rocca/LaPresse

Intervistato a Sky Sport, Petrucci ha spiegato: “per quanto mi riguarda oggi sono contento. Prima della gara ci ho pensato, ma non l’ho detto per non portare sfiga: ‘se finisco sul podio oggi è vincere come al Mugello’. Quello che ho visto è stato questo: ero dietro Lorenzo, ho frenato forte, lui ha frenato ancora più forte, Rossi mi ha passato a 20km/h più forte. Mi sono detto: ‘cavolo, se fanno la curva a questa velocità è meglio che smetto‘. E infatti non l’hanno fatta. Non ho visto come si siano toccati dopo la fine, perchè stavo facendo anch’io la curva. Io ho visto che Lorenzo ha frenato forte, Rossi ancora di più. Non ho rivisto l’incidente, penso che Valentino sia andato lungo e sia stato coinvolto dopo, è stato colpito da Lorenzo o da qualcuno. In gara ero in difficoltà perchè il grip era tantissimo. Ho gestito tutta la gara, non ne avevo per superare Marquez. Ho tenuto su Rins che per me era uno dei favoriti e non ce l’ho fatta su Quartararo, ma è un grande podio“.

Nella nota ufficiale pubblicata dalla Ducati Petrucci ha aggiunto: “sono molto contento di questo terzo posto. Sicuramente senza l’incidente di gruppo al secondo giro sarebbe stato più difficile conquistarlo, e mi dispiace davvero tanto per Andrea che ha perso un’ottima occasione oggi. Ho provato a tenere il passo di Márquez ma non era possibile, ed anche Rins e Quartararo erano molto veloci. Con Alex ci siamo sorpassati diverse volte, una di queste mi ha anche toccato sul lato destro ma sono riuscito a riprendermi la posizione in fretta, poi quando Fabio mi ha passato ho semplicemente provato a restare con lui per staccarmi dagli inseguitori. Oggi abbiamo conquistato il miglior risultato possibile. Dopo tre podi di fila, siamo vicini alla terza posizione in campionato: dobbiamo continuare così anche ad Assen”. 

Valuta questo articolo

Rating: 4.4/5. From 5 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17373 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery