MotoGp, Valentino Rossi punge Marquez: parole taglienti all’indirizzo dello spagnolo

Costanza Benvenuti - LaPresse

Il Dottore è stato interrogato sul comportamento di Marquez, che ha sfruttato la scia del pesarese nelle Q2 delle qualifiche del Gp di Barcellona

Quinto posto in pista, quarto dopo la penalizzazione di Maverick Viñales, un risultato positivo per Valentino Rossi al termine delle qualifiche del Gp di Barcellona. Le Yamaha sembrano brillare sul circuito del Montmelò, ma non è tutto oro quel che luccica secondo il pesarese.

valentino rossi

Alessandro La Rocca /LaPresse

Interrogato sulle prestazioni della M1, il Dottore ha ammesso: “questa mattina la battaglia delle FP3 per essere in Q2 è stata tosta per tutti, sono riuscito a finire quarto e quindi sono contento. Abbiamo lavorato bene. Nel pomeriggio c’era molto caldo, abbiamo sofferto di più. Sono contento della qualifica, ho fatto un buon giro e la seconda fila è un buon risultato. Mi trovo bene con la moto, sono piuttosto veloce e bisogna vedere domani in gara. Sembra che le Yamaha siano competitive, perché siamo quattro nelle prime cinque posizioni e questa è una grande notizia per noi. Domani c’è la gara, che non è la cosa che conta di più. Forse è l’unica che conta. Anche nelle gare precedenti nelle prove le Yamaha sono andate forte, ma poi in gara le cose sono andate diversamente, quindi bisogna vedere domani. Le gomme? Dietro si possono usare più o meno tutte e tre, quindi il caldo cambia questo, nel senso che magari qualcuno rischia la soft e un altro va con la gomma più dura e fa più fatica all’inizio. Credo che per la gara di domani sarà cruciale proprio la scelta delle gomme“.

marquez

Costanza Benvenuti – LaPresse

Il Dottore poi ha proseguito: “la nostra moto è molto difficile da capire e abbiamo tanti alti e bassi, credo perché noi il tempo lo facciamo in curva, mentre gli altri lo fanno di più nei pezzi dritti. Su quelli cambia poco se è più caldo o più freddo, mentre invece in curva avere un po’ più grip o un po’ meno grip ha più effetto per noi. Marquez ha sfruttato la mia scia? Marc non è solo veloce, ma è molto intelligente, perché durante le prove studia sempre i suoi rivali e sa esattamente chi seguire. O fai il giro davanti a lui o lo devi abortire, quindi devi decidere. Ma ero molto concentrato e quindi ho deciso di continuare, credo che sia stata la scelta giusta, perché ho fatto un buon giro“.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 2 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30858 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery